Servizio Catastale ed Irriguo

Consulta il servizio catastale per agire sulle particelle possedute

Accedi »

Accesso alla intranet consorzio

Se sei un dipendente interno, accedi da qui ai servizi offerti dalla rete interna

Accedi »

Webmail & Posta Certificata

Accedi da qui alla gestione delle email personali e della posta certificata

Leggi Webmail     Leggi Pec

Area Riservata

News


News


Parco della Biodiversità: una convenzione per curarlo e difenderlo

 E' stata firmata dall’amministrazione Provinciale di Catanzaro e il Consorzio di bonifica Ionio catanzarese

L’Amministrazione provinciale di Catanzaro e il Consorzio di bonifica Ionio catanzarese uniti nella cura e nella gestione del Parco della Biodiversità Mediterranea. Un protocollo d’intesa che porta la firma di Sergio Abramo, presidente della Provincia, Michele Traversa, presidente onorario del Parco su proposta dello stesso Abramo, e Grazioso Manno che guida il Consorzio di bonifica, definisce le azioni previste dal piano finalizzato alla salvaguardia delle aree boscate presenti nel polmone verde cittadino.

“Ringrazio l’amico Grazioso Manno – ha detto Sergio Abramo -, che ha sempre collaborato con le Amministrazioni comunale e provinciale garantendo supporto e professionalità. A lui mi lega una vecchia amicizia e uno strettissimo rapporto professionale. La mia idea di affidare nuovamente il parco a Michele Traversa nasce dalla consapevolezza che nessuno come lui potrebbe prendersene cura”. Ma parlando della sinergia con l’onorevole Traversa, il presidente Abramo si spinge oltre: “Voglio acquisire tutta la sua esperienza – ha spiegato -, connetterla alla mia e a quella della classe dirigente per raggiungere obiettivi comuni perché sono convinto che Catanzaro può riemergere solamente stando uniti e facendo squadra”. “Dedicherò tutta la mia persona nella cura del parco – ha ribadito Traversa –. La proposta del presidente Abramo di riaffidarmi quella che è una mia creatura è stata da me accettata con immediato entusiasmo, trattandosi di un fiore all’occhiello dell’intera regione che ho fortemente voluto realizzare durante il mio mandato alla guida della Provincia. Un doveroso ringraziamento va a Grazioso Manno perché si è reso sempre disponibile rispetto a tutte le nostre richieste di aiuto”. Nello specifico, la convenzione tra i due Enti mira a garantire un presidio fisso all’interno del parco volto ad assicurare la salvaguardia dell’area che si estende per una superficie di circa 50 ettari. Il Consorzio di Bonifica provvederà ad assicurare interventi di prevenzione attraverso il personale dipendente consortile, supporterà l’Amministrazione provinciale nelle necessarie opere di prevenzione degli incendi, curerà gli interventi di lotta al dissesto idrogeologico. “Insieme al presidente Sergio Abramo e all’onorevole Michele Traversa – ha commentato Manno –, ci siamo ritrovati immediatamente sulla necessità di affrontare le problematiche relative alla messa in sicurezza del territorio dal rischio di dissesto idrogeologico, che deve essere al centro dell’agenda e dell’azione politica”. “Quando si tratta di realizzare azioni e programmi nell’interesse dei cittadini, tutelando un patrimonio pubblico di grande valore – ha proseguito - le istituzioni devono collaborare in maniera sinergica e attiva”. Ad affiancare il presidente Abramo vi era la dirigente del settore Protezione e tutela Ambiente, Rosetta Alberti che in quanto direttrice del Parco ha provveduto a stilare l’accordo tra i due Enti. Erano anche presenti Pasquale Greco, Gaetano Costa e Alfonso De Guzzis, componenti della deputazione del Consorzio. La suddetta convenzione sarà valida fino al 31 dicembre 2020, fatta salva la facoltà di proroga su espressa richiesta da parte dell’Amministrazione provinciale di Catanzaro.